Ricetta dei Waffle Originali

Ricetta dei Waffle Originali

Si fa presto a dire ricetta dei waffle originale! Sul web, infatti, avrai trovato centinaia e centinaia di preparazioni diverse, molte delle quali vantano l’originalità. In realtà – come accade sempre con le ricette – è davvero molto difficile individuare le radici di una preparazione e risalire alla versione originale, anche perché – nel tramandare ingredienti e procedure da una vicina di casa all’altra e da una generazione all’altra – si perde sempre qualcosa per strada, oppure la lista degli ingredienti cambia a seconda di ciò che è disponibile in casa.

Sebbene sia molto difficile recuperare la ricetta dei waffle originale, dopo lunghe e approfondite ricerche in Belgio, abbiamo finalmente trovato la preparazione originale grazie ad una coppia di amici di Bruxelles, che hanno ottenuto la ricetta da un’anziana signora del quartiere.
Innanzi tutto, occorre ricordare che i waffle originali sono piuttosto spessi (alti circa un paio di centimetri), caratterizzati da una consistenza compatta e da una superficie lucida, croccante e decisamente molto golosa, che si forma durante la cottura nella piastra per waffle, grazie alle perle di zucchero belghe (molto simili ai nostri zuccherini decorativi per torte).
Al contrario, i waffle americani sono sottoli, morbidi e spugnosi, per questo ricordano molto i pancake.

Ricetta dei Waffle originali: lista degli ingredienti

500 g di farina
70 g di zucchero
2 cucchiaini di lievito secco
150 ml di acqua
2 uova
15 g di burro + altri 175 g (tagliato a pezzi e lasciato qualche minuto fuori dal frigorifero)
120 g di zuccherini bianchi

Ricetta dei Waffle originali: preparazione passo passo

  • In una terrina, versa 300 grammi di farina e 70 grammi di zucchero, mescola bene e metti da parte.
  • In un’altra ciotola versa 150 ml di acqua tiepida (non troppo calda altrimenti disattiva il lievito) e aggiungi il lievito in polvere, con una forchetta fai sciogliere bene il lievito e mescola fino a quando tutti i grumi di lievito non si saranno completamente sciolti (devi ottenere un liquido color cappuccino).
  • Al liquido di acqua e lievito aggiungi le uova, 15 g di burro a dadini molto piccoli, mescola e unisci il tutto alla miscela di farina e zucchero che avevi già preparato nell’altra terrina. A questo punto mescola tutti gli ingredienti e impasta energicamente per amalgamarli tutti e rendere l’impasto omogeneo.
  • Impasta fino a quando non otterrai una pasta omogenea e appiccicosa.
  • A questo punto, copri l’impasto ottenuto con altri 200 grammi di farina e 175 grammi di pezzi di burro (formando una sorta di copertura), ma non mescolare: copri il contenitore e lascia lievitare per un paio di ore circa nel forno spento, in una credenza o comunque in un luogo tiepido, lontano da correnti d’aria.
  • Una volta lievitato l’impasto, incorpora all’interno il burro e la farina che avevi sistemato sulla superficie e impasta fino a quando tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati. L’impasto finale dovrà essere omogeneo, se risulterà troppo appiccicoso, aggiungi ancora un velo di farina.
  • Concluso questo passaggio, sistema l’impasto su una superficie leggermente infarinata e – con le mani – premi e stendi l’impasto fino a formare in una forma rettangolare, quindi copri lo strato di pasta creato con gli zuccherini decorativi.
  • Fatto questo, arrotola delicatamente lo strato di pasta fino a formare un salsicciotto spesso e compatto, poi – con un coltello o una spatola – taglia il salsicciotto in tanti pezzi uguali (ognuno circa 80/100g) fino a formare delle palline irregolari.
  • Copri le palline con un panno leggermente umido e lascia riposare per 20 minuti circa, in modo da riattivare la lievitazione.
  • Accendi la piastra per waffle (secondo le impostazioni specifiche della tua macchina, a volte occorre fare qualche tentativo per ottenere la temperatura ideale e il risultato desiderato), sistema una pallina di pasta al centro di ciascun ferro e cuocila fino a quando non diventa dorata e lo zucchero non si sarà caramellato. La forma naturalmente non sarà regolare, ma è il prezzo da pagare per ottenere un waffle originale e perfetto nella consistenza e nel gusto!
  • Una volta dorato in superficie, rimuovi con cautela il waffle dalla piastra, aiutandoti con una spatolina di legno e ripeti l’operazione per tutti i waffle che vorrai cuocere. Se non desideri prepararli tutti contemporaneamente, puoi anche surgelare le palline di pasta lievitata in sacchetti trasparenti e poi scongelare solo quelli che di volta in volta ti occorrono.
  • Puoi servire i waffle così, oppure con una spolverata di zucchero a velo, ma – naturalmente – puoi sbizzarrirti con la fantasia e decorarli con sciroppo d’acero, cioccolato fuso, fragole e fiocchetti di panna, frutta fresca e scaglie di cocco, miele, nutella, gelato e tanto altro!
    Per quelli avanzati, il giorno dopo puoi rimetterli nella piastra per waffle e riscaldarli un minuto: torneranno friabili e fragranti come appena fatti, oppure puoi metterli nel tostapane e farli diventare super croccanti!